Testo coordinato dal Comitato di redazione prima della votazione finale in Assemblea e distribuito ai Deputati il 20 dicembre 1947:

Art. 33.

L'arte e la scienza sono libere e libero ne Ŕ l'insegnamento.

La Repubblica detta le norme generali sull'istruzione ed istituisce scuole statali per tutti gli ordini e gradi.

Enti e privati hanno il diritto di istituire scuole ed istituti di educazione, senza oneri per lo Stato.

La legge, nel fissare i diritti e gli obblighi delle scuole non statali che chiedono la paritÓ, assicura ad esse piena libertÓ e ai loro alunni un trattamento scolastico equipollente a quello degli alunni di scuole statali.

╚ prescritto un esame di Stato per l'ammissione ai vari ordini e gradi di scuole, per la loro conclusione e per l'abilitazione all'esercizio professionale.

Le istituzioni di alta cultura, universitÓ ed accademie, hanno il diritto di darsi ordinamenti autonomi nei limiti stabiliti dalle leggi dello Stato.

 

PrecedenteSuccessiva

Home

 

 

A cura di Fabrizio Calzaretti